Dado granulare vegetale


Cos’è che l’industria fa e noi blogger non riproduciamo a casa con ingredienti scelti da noi?
Anche il dado, ebbene sì! Era una di quelle cose a cui già da tempo giravo attorno, per diversi motivi…primo fra tutti il tanto temuto glutammato contenuto nei dadi industriali.
Qualche ditta più accorta ha pensato bene, viste le tendenze del momento, di sostituirlo col sale…meglio sì, ma…quanto sale? In grandi quantità non fa bene nemmeno quello, e io in particolare devo cercare di ridurlo il più possibile nella mia dieta quotidiana. E poi? Conservanti, aromi, lievito, e oli scadenti…chi più ne ha, più ne metta!
A questo punto le alternative salutari sono solo due: 1) farsi un buon brodo con ingredienti freschi ogni volta, dosando il sale in base alle necessità, o…
2) produrre del buon dado fatto in casa, con verdure fresche, che ti regalano un ottimo brodo nella metà del tempo…come?
Seguitemi e lo saprete!!!

Dado ok

200 g di carote
200 g di cipolle in quarti
150 g di sedano (anche qualche foglia)
150 g di pomodori
150 g di zucchine
2 foglie di alloro
basilico,salvia, rosmarino (quantità a piacere)
1 ciuffo di prezzemolo
300 g di sale grosso
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
60 g di vino bianco

Tritate tutte le verdure con le erbe aromatiche e versate tutto in una padella capiente, col sale, l’olio e il vino bianco. A fiamma lenta e con la padella scoperta fate asciugare il più possibile; deve evaporare tutta l’acqua e il sale si deve sciogliere ma state attenti a non far bruciare il composto, mescolate di tanto in tanto e tenetelo d’occhio fino a che diventa bello denso (non liquido).

Volendo potrete conservarlo anche così, in un vaso di vetro e tenendolo in frigo o congelandolo, magari nelle vaschette del ghiaccio per avere delle monoporzioni.
Io invece ho scelto di voler conservare il mio dado in dispensa, per cui ho optato per la versione granulare. Non avrò problemi perché comunque si conserverà per almeno 8 mesi.
Procedere così: quando sarà evaporata quasi tutta l’acqua ma non sarà più possibile tenerlo in padella (il pericolo è che si bruci e sia tutto da buttare), passate all’uso del microonde – come nel mio caso – o dell’essicatore o del forno ( a basse temperature, intorno ai 60-70°).

Io ho usato il microonde, in più infornate: ho spalmato uno strato di verdure in una teglia di vetro e ho impostato 650 W per 10 minuti ogni volta, girando però il composto col cucchiaio ogni 3-4 minuti, fino a completa asciugatura. Come vi accorgete che è pronto? Basta toccarlo tra le dita, se risulta ancora morbido e lo sentite umido deve asciugare ancora.

Una volta terminato il processo ho rimesso la polvere grossolana nel tritatutto perché lo volevo bello fine ma, in effetti, si può lasciare anche più granuloso.

Naturalmente ognuno può adattare la ricetta con le verdure che preferisce e può aggiungere o togliere sale ma, in caso, ricordate che quest’ultimo dovrebbe rispettare una quantità pari a circa un terzo del peso totale delle verdure.

Allora che aspettate? L’inverno sta arrivando e il brodo non può mancare sulla nostra tavola, fate la scorta di verdure e via con l’autoproduzione!!!

 

Annunci

8 thoughts on “Dado granulare vegetale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...