Fregola carciofi e bottarga


Conoscete la fregola? Esiste di 3 tipologie: grossa media e fine (noi useremo quella grossa) ed è un formato di pasta tipico della Sardegna, tante palline di semola in grado di dar vita ai primi piatti più svariati: che sia una pasta risottata, un’insalata o una minestra, con i frutti di mare, con ingredienti di terra o entrambe le cose, è una bontà assicurata!
Quello che vi propongo oggi è un abbinamento classico di uno dei nostri piatti regionali più conosciuti: scegliete dei buoni carciofi e della buona bottarga di muggine, preferibilmente da grattugiare al momento, e porterete in tavola un piatto da Re.

Siete pronti? Allora seguitemi in cucina 😉

fregola carciofi

  • 200 g di fregola grossa (pasta di grano duro sarda, a forma di piccole palline)
  • 3-4-carciofi già puliti e tagliati a lamelle
  • 50 ml di vino bianco secco
  • 800 ml di brodo vegetale o acqua salata
  • 1 spicchio d’aglio
  • 3-4 cucchiaini di bottarga di muggine grattugiata
  • olio evo q.b.

In una pentola rosolare lo spicchio d’aglio in un cucchiaio d’olio, versarvi i carciofi e lasciar rosolare a fuoco vivace per qualche minuto; aggiungere il vino bianco e far cuocere con coperchio per una decina di minuti, a fuoco medio.
Mettere da parte i carciofi e nella stessa pentola versare circa 500 ml di brodo bollente (o l’acqua salata), far riprendere il bollore e versarvi la fregola. La pasta deve rimanere appena immersa nel brodo; se per completare la cottura fosse necessario, aggiungere il brodo o l’acqua poco a poco (la pasta non deve essere scolata e deve rimanere leggermente “risottata”). Aggiungere i carciofi circa 5 minuti prima di terminare la cottura.
Intanto in una ciotolina o un bicchiere mettere 3 cucchiaini di bottarga, qualche goccia d’olio e 1 cucchiaino di brodo o acqua di cottura; mescolare energicamente per amalgamare e creare una sorta di cremina (vedrete poco a poco la bottarga assumere un colore più chiaro e una consistenza cremosa), se necessario aggiungere altra acqua ma pochissima alla volta.

Appena la fregola è cotta spegnere il fuoco, condire con la cremina e, se preferite, con una piccola ulteriore spolverata di bottarga.
Servire il piatto caldo e buon appetito! 😀

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...