Zuppa di cicerchie, funghi e speck


D’inverno o nelle giornate fredde è il comfort food per eccellenza: la zuppa.
Oggi ve ne propongo una che ha come ingrediente base un legume antichissimo e poco conosciuto.
Chi di voi conosce la cicerchia? C’è chi dice che il suo sapore sia una via di mezzo tra quello delle fave e quello dei piselli; io personalmente lo trovo più simile al sapore dei ceci ma molto più delicato.
In questa ricetta ho voluto sposare il gusto delicato delle cicerchie con quello dei funghi, esaltando poi entrambi con la sapidità e l’affumicato dello speck.
Il risultato è stato una zuppa deliziosa, calda e fumante che abbiamo assaporato molto volentieri a cena, per scaldarci dal vento freddo che in questi giorni ha fatto scendere in picchiata le temperature.
Io ho scelto di passarla al mixer e farne una crema perché ci piace di più, ma nulla vieta di saltare questo passaggio e lasciare la zuppa con le cicerchie intere.

Vuoi provarla? Allora seguimi in cucina… 😉

Per 4 persone:

  • 350 g di cicerchie
  • 200 g di funghi misti (anche surgelati)
  • 90 g speck tagliato a dadini
  • 1 litro d’acqua salata o brodo vegetale
  • mezza cipolla
  • 1 spicchio d’aglio
  • qualche ciuffo di prezzemolo
  • 4 cucchiai di passata di pomodoro
  • crostini di pane
  • acqua q.b.
  • olio evo

Mettere in ammollo le cicerchie per almeno 12 ore. Scolarle e sciacquarle più volte.
In pentola fare rosolare i funghi con lo spicchio d’aglio. Una volta che si è assorbita tutta l’acqua che scacceranno, aggiungere lo speck tagliato a dadini e lasciare insaporire. Mettere da parte un po’ di funghi e speck per la guarnizione del piatto. Aggiungere in pentola la cipolla tritata e la passata di pomodoro; lasciare rosolare qualche minuto, versare le cicerchie in pentola, coprendole con l’acqua salata o il brodo vegetale. Ricordate che il liquido deve coprire e superare di circa il doppio i legumi; mettere sul fuoco vivace per circa 30 minuti, o se hai la pentola a pressione calcola 15 minuti.
Trascorsi questi tempi, verificare che le cicerchie siano cotte (se non lo fossero lasciar bollire ancora, aggiungendo acqua calda se fosse necessario, e regolando eventualmente di sale); metterne da parte qualche cucchiaio e col mixer frullare a lungo il resto, fino a rendere il tutto una crema. Se la zuppa risultasse troppo densa, aggiungere ancora un po’ d’acqua, rimettere sul fuoco e lasciar bollire qualche minuto, mescolando.

Impiattare aggiungendo i funghi tenuti da parte, le cicerchie intere, i crostini, un pizzico di prezzemolo tritato e un filo d’olio a crudo.

Annunci

3 thoughts on “Zuppa di cicerchie, funghi e speck

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...