Antipasti e apetizer · Piatti unici · Ricette · Salato · Secondi · Vegetariano e vegano

Panzerotti alle melanzane e olive nere


Un po’ di pasta briseé, delle melanzane in frigo, della passata di pomodoro avanzata e un barattolino di olive nere in dispensa: pochi ingredienti di fortuna e nasce un finger food delizioso, che ci ha fatto da pranzo accompagnato da una bella insalata.
Questi panzerotti sono buonissimi anche come antipasto o per un aperitivo, per una cena a buffet o per una festa di compleanno dei bambini, quando torneremo a riunirci (non vedo l’ora!).
Uno tira l’altro, li ho messi in tavola e sono andati via in un attimo… provateli e poi mi direte! 😉

  • 2 rotoli di pasta briseé (ma potete farli anche con la pasta sfoglia)
  • 3 melanzane perlina (quella lunga e stretta, in alternativa quella che trovate)
  • olio evo q.b.
  • sale q.b.
  • 180-200 ml circa di passata di pomodoro
  • 10-15 olive nere denocciolate, o quantità a gusto

Tagliare le melanzane a dadini piccoli e metterle in una padella antiaderente, dapprima senza olio. Le melanzane assorbono una grande quantità d’olio, sono come spugne, quindi io prima le faccio asciugare un pochino senza grassi, muovendole spesso; quando le vedo già doratine ci aggiungo un filo d’olio evo, ma proprio poco, termino la cottura e regolo di sale.

Nello step successivo tagliate a rondelline le olive nere e aggiungetele alle melanzane insieme alla passata di pomodoro; in base alla grandezza delle vostre melanzane, la quantità di passata potrebbe variare, un po’ di più o un po’ di meno, però tenete presente che il composto deve risultare abbastanza asciutto, sennò la pasta tenderà ad ammorbidirsi.
Fate cuocere qualche minutino, giusto per insaporire e fare asciugare l’acqua presente nella passata, poi spegnere e fate raffreddare.

Per comporre i panzerotti: ritagliare dei cerchi di briseé con un taglia biscotti o un bicchiere, inumidire i bordi con una goccia d’acqua, mettere un pò di ripieno alle melanzane solo al centro, con un cucchiaino e senza esagerare, sennò il panzerotto non si chiude o rischia di aprirsi in cottura, quando la pasta si gonfia. Io per aiutarmi uso delle formine di plastica che chiudendosi sigillano la pasta e formano un sorta “raviolo” (come vedete in foto), ma si può fare anche a mano sigillando i bordi con una forchetta. 

Una volta aggiunto il ripieno, se volete, potete anche aggiungere un quadratino di formaggio prima di sigillare i bordi.

Infornare a 200° ventilato, per circa 15 minuti o fino a che la pasta non è bella dorata.
Servite tiepidi, quasi freddi per gustarli al meglio.

Con queste quantità preparerete circa una ventina di panzerotti, in base a quanto sarà grande il diametro del vostro bicchiere o tagliabiscotti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...